Security card

Se si vuole duplicare una chiave, si va da un serraturiere...semplice e logico. Ma non tutte le chiavi possono essere semplicemente duplicate da un serraturiere. In molti casi, è necessario presentare una security card affinché la chiave possa essere duplicata.

 

Cos'è una security card

Una security card è una tessera in formato carta di credito che, nel caso di molte chiavi, legittima la duplicazione di una chiave. Viene fornita con l'acquisto di una serratura di sicurezza e garantisce che solo voi - o una persona a cui avete dato la security card - potete far duplicare le chiavi e che nessuno possa fare copie non autorizzate.

Questo è particolarmente tranquillizzante se avete prestato o addirittura smarrito la vostra chiave e la recuperate, perché anche in questo caso potete essere sicuri che nessuna copia sia stata fatta.

 

L’importanza per i padroni di casa

Specialmente per i proprietari l'uso di serrature e sistemi di chiusura con security card è altamente raccomandato. Anche nel caso in cui la fiducia nei nuovi inquilini sia grande, permangono rischi residui. Tutti possono perdere le chiavi, anche un inquilino. A questo punto, si applica quindi il vecchio adagio "fidarsi è bene, controllare è meglio". Avendo una security card, i padroni di casa sanno che i loro inquilini non possono fare duplicare la chiave senza permesso. Dato che l'inquilino non ha la security card, dovrà ordinare la chiave al padrone di casa (o alla direzione dell'immobile) che si occuperà di fargli avere un duplicato.

 

Quando gli inquilini richiedono un duplicato

Può sempre succedere che un inquilino richieda un duplicato. Sia perché le chiavi esistenti non sono sufficienti per tutti i membri della famiglia, sia perché si vuole dare una chiave ad amici o vicini (nel caso in cui ci si chiuda fuori o per innaffiare i fiori durante le vacanze) o per una donna delle pulizie - le ragioni sono varie. Tuttavia, poiché l'inquilino non è in possesso della security card, non può risolvere la cosa in modo autonomo.

Indipendentemente dal fatto che si tratti di uno spazio residenziale affittato privatamente o di uno spazio utilizzato a scopo commerciale: l'inquilino deve, per così dire, “commissionare” la duplicazione della chiave al padrone di casa (o, a seconda della proprietà, alla società di gestione della proprietà) e la riceverà non appena la duplicazione sarà stata fatta.

 

Anche la security card può andare persa

Non solo le chiavi possono andare perse. Nel caso peggiore, anche la security card stessa può essere smarrita. In questo caso, è necessario emettere una card sostitutiva e questo processo richiede lo scambio per iscritto di una dichiarazione, necessaria al rilascio di una security card sostitutiva.

 

Sistema di chiusura digitale: nessuna security card è necessaria

Un'alternativa sicura con molti vantaggi è l'installazione di un sistema di chiusura digitale come il sistema 3060 di SimonsVoss. Al posto delle chiavi, ci sono mezzi di chiusura digitali come i transponder, di cui non si possono fare copie e che quindi non hanno bisogno di una security card. In questo caso i diritti di accesso individuali per ogni transponder possono essere facilmente definiti (e naturalmente revocati in qualsiasi momento).

Anche lo smarrimento di una chiave non costituisce un problema (persino nel caso in cui il transponder non dovesse essere ritrovato): il mezzo di chiusura perso, può essere facilmente bloccato nel sistema per impedirne l’utilizzo.

 

Interessati? Non esitate a contattarci se avete delle domande!
 

Per favore, chiamatemi: