Un’organizzazione efficiente grazie alla tecnologia di chiusura digitale. 

Al giorno d’oggi, le imprese industriali devono affrontare molteplici sfide. Oltre alla sempre maggiore interconnessione, occorre prendere in considerazione anche le normative sempre più numerose. In aggiunta alle direttive, in costante evoluzione, sulla protezione dei dati, è necessario rispettare anche le disposizioni specifiche del proprio settore, come ad esempio le normative HACCP nell’industria alimentare e le norme GMP nell’industria farmaceutica.

A tutto ciò si aggiunge la struttura interna dell’impresa che può mutare in qualsiasi momento: team di progetto temporanei, strutture gerarchiche, il collegamento in rete di diversi complessi di edifici… Nell’era della globalizzazione e della digitalizzazione, un impianto di chiusura digitale permette di semplificare molti aspetti.

La soluzione completa: il sistema 3060 

Geräte, Fahrzeuge, Maschinen-5336x4002

Le esigenze:

  • progressiva digitalizzazione, collegamento tra produzione e tecnologia
  • maggiori esigenze in materia di sicurezza
  • esigenze differenti per le diverse autorizzazioni di accesso

É chiaro fin da subito che si tratta di attività complesse da gestire, alle quali si aggiungono, inoltre, altri aspetti come i modelli degli orari di lavoro flessibili, i collaboratori esterni, come ad esempio gli addetti alle pulizie, e molto altro.

È necessario, inoltre, considerare che non si tratta solo di porte, ma anche di altre autorizzazioni, a partire dalle sbarre di accesso all’impresa fino all’accesso ai dati sensibili. Gestire tutto ciò in termini di spazio e di tempo è un compito molto complesso.

La soluzione:

il sistema 3060 soddisfa tutte le esigenze che le imprese industriali richiedono a un impianto di chiusura moderno:

  • controllo degli accessi e contemporaneamente documentazione automatizzata
  • elevato livello di igiene tramite la tecnologia contactless
  • garanzia di qualità tramite la registrazione automatica e i processi automatici
  • sicurezza attiva tramite la mappatura di aree sensibili (come ad esempio la ricerca o il settore informatico)
  • sicurezza passiva tramite deterrenti contro i furti e l’uso improprio
  • costi contenuti grazie alla sostenibilità, alla lunga durata, al basso consumo energetico, alla compatibilità verso l’alto e verso il basso, al collegamento a sistemi terzi, …
Industry - Facility Besprechung-4480x3362

La sicurezza nelle imprese industriali

 

Sbarre 

  • Assegnazione di autorizzazioni di accesso per ingressi, parcheggi e garage sotterranei con un semplice clic del mouse
  • Apertura di sbarre: accesso per i dipendenti, i collaboratori esterni e gli ospiti
  • Possibilità di combinazione con i sistemi di emissione ticket esistenti

Armadi di sicurezza ​​​​​​

 

  • Protezione contro l’apertura non autorizzata
  • Serrature digitali ad asta rotante e per mobili per l’installazione in armadi con porta a battente, armadi per ufficio, cassetti
  • Registrazione di tutte le operazioni di chiusura

Ingressi principali e secondari

 

  • Sistema programmabile da qualsiasi parte del mondo tramite la rete oppure online
  • Apertura automatica degli ingressi principali per ciascuna persona
  • Diritti di accesso individuali grazie al mezzo di identificazione autorizzato, anche al di fuori degli orari di apertura

Protezione dai furti

 

  • Chiusura sempre sicura: reparti e locali amministrativi
  • Mai più costi elevati e problemi di sicurezza in caso di smarrimento o furto di una chiave
  • I mezzi di identificazione smarriti possono essere bloccati in pochi secondi e riprogrammati

Porta con Door Monitoring

 

  • Monitoraggio porta online senza fili per aree sensibili
  • Registra, protocolla e segnala, tramite il controllo a sensori, tutti gli stati delle porte: aperte, chiuse, bloccate, aperte per troppo tempo
  • Avverte il personale di sicurezza in caso di eventi critici

Veicoli, ascensori e dispositivi

 

  • Autorizzazioni individuali per avviare i veicoli, come ad esempio i carrelli elevatori
  • Ascensori e piani con autorizzazioni di accesso individuali
  • Determinazione di chi può utilizzare i vari dispositivi tecnici

Facility Management​​​​​​

 

  •  Configurazione e gestione centralizzata di tutti i componenti del sistema 3060 con il software Locking System Management
  • Anche per sedi ed edifici diversi
  • Supporto del Facility Management grazie all’ampia funzionalità di reporting e alle autorizzazioni temporizzate

Niente più paura se si smarriscono le chiavi

 

  • Il facility manager crea un transponder sostitutivo
  • Il dipendente lo ritira
  • Il transponder smarrito viene bloccato automaticamente al primo utilizzo del transponder sostitutivo nel sistema di chiusura

Corridoio con funzione di protezione

 

  • Attivazione centralizzata delle funzioni di protezione (ad esempio, sblocco di emergenza, funzione Amok)
  • Sblocco delle porte in caso di allarme antincendio/chiamata d'emergenza (situazione di panico)
  •  Disattivazione di tutte le chiusure

Collegamento in rete: online o virtuale

 

  • Collegamento in rete online:
    modifica dei diritti di accesso ed esecuzione delle funzioni in tempo reale da qualsiasi parte del mondo
  • Rete virtuale:
    programmazione e modifica dei diritti di accesso, tramite gateway, ai mezzi di identificazione in loco

Checklist 

La nostra checklist vi mostra le possibilità di utilizzo della tecnologia di chiusura digitale nelle imprese industriali.

Quali aree devono essere protette? 
Quali persone devono accedere? 
In che modo può essere supportata la direzione? 
Quali requisiti deve soddisfare il software? 
Come devono identificarsi le persone? 
Che tipi di accessi esistono e che funzioni hanno? 

Scaricate il nostro White Paper gratuito sul controllo digitale degli accessi nelle imprese industriali.

Scoprite quali misure è necessario adottare per introdurre un efficace controllo digitale degli accessi, che cos’è il controllo digitale degli accessi e quali strumenti vi sono a disposizione per attuarlo.

Vi auguriamo un grande successo per il vostro progetto!

I campi contrassegnati con (*) sono campi obbligatori.

Opuscolo 

Scaricate il nostro opuscolo gratuito sull’utilizzo del Sistema 3060 nelle imprese industriali.

Mercedes-Benz di Monaco di Baviera: 
sicurezza sotto una buona stella.

imparare di più

Il centro vendite di Mercedes-Benz a Monaco di Baviera è stato progettato come edificio multifunzionale e showroom per tutti gli appassionati delle quattro ruote. Con il sistema 3060, anche la gestione accessi soddisfa i più alti requisiti di qualità e tecnica.

Accessi personalizzati per 80 gruppi di utenti.
La Mercedes-Benz di Monaco ha suddiviso gli autorizzati all’accesso in 80 gruppi di utenti. Grazie al sistema 3060, le persone autorizzate ricevono un’autorizzazione all’accesso personalizzata alle numerose e varie aree dell’edificio. Anziché disporre di più chiavi, ogni utente ha un solo transponder appositamente programmato. I responsabili hanno perciò sempre il pieno controllo e possono reagire in modo rapido e pratico ad eventuali cambiamenti da una postazione centrale. 
Con lo SmartRelè 3063, si possono integrare nel sistema anche sbarre, ascensori e portoni automatici. In questo modo, ad esempio, un corriere può entrare dal portone d’ingresso o nel garage sotterraneo, utilizzare l’ascensore, accedere al vano scale e alla zona di smistamento della posta con un unico transponder. I 385 cilindri di chiusura e i 54 SmartRelè totali sono stati installati in meno di due mesi.

Roche Diagnostics: 
innovazioni a servizio della salute.

imparare di più

Roche Diagnostics occupa a Mannheim circa 7.000 collaboratori.  La gestione degli impianti di chiusura nell’area da 225 edifici è un impegno full-time per i responsabili. Un team di due persone gestisce e coordina, con il sistema 3060, l’accesso di colleghi, collaboratori esterni e visitatori alle porte esterne, interne, di accesso e ai portoni.

Economico e sicuro.
In un’impresa di queste dimensioni, il sistema di gestione accessi deve essere sicuro ed economico al tempo stesso. Qui l’obiettivo è stato raggiunto con il sistema 3060. Per le porte di passaggio più utilizzate si è optato per uno SmartRelè: un’unità di comando programmabile liberamente, che funziona come un dispositivo apriporta elettrico e può essere comandata anche via transponder. Con lo SmartRelè si possono integrare nel sistema di chiusura 3060 anche ascensori, sbarre e portoni, azionandoli con un unico transponder. La variante speciale installata presso Roche consente persino di attivare gli impianti di allarme.
Parallelamente ai transponder, Roche utilizza anche il tastierino PinCode 3068, che consente di aprire le porte tramite un codice a quattro-otto cifre. Ciò risulta molto utile, data la presenza di numerosi collaboratori esterni, che operano presso lo stabilimento per un periodo di tempo limitato. Anziché distribuire un numero indefinito di transponder, è sufficiente cambiare il codice una volta al mese.

Brauerei Beck & Co: 
il custode dell’arte birraia di Brema si affida a SimonsVoss.

imparare di più

Il birrificio Beck di Brema è il maggior esportatore tedesco di birra. La ricetta del successo unisce una perfetta logistica, una grande maestria nella produzione di birra e l’uso di attrezzature modernissime. Anche per quanto riguarda la sicurezza e la gestione accessi, nulla è lasciato al caso. Per questo motivo, il birrificio ha scelto di affidarsi al sistema 3060 di SimonsVoss.

Brindare alla sicurezza.
Nel magazzino da 13.000 metri quadrati, oltre 12 milioni di litri di birra attendono solo di essere spediti. La difficoltà più grande per i responsabili è rappresentata dalla protezione delle porte esterne. Ogni giorno, infatti, lasciano il birrificio ben 250 camion e 90 container. Lo stabilimento è formato da oltre 10 edifici, fra i quali si sposta un totale di 1500 collaboratori. Il sistema 3060 è perfetto per le esigenze di Beck: è flessibile, affidabile, resistente alle intemperie e di facile uso. Un PC centrale stabilisce chi ha diritto d'accesso a quali porte e in quale momento.
Una particolarità è l’accoppiamento del sistema all’impianto antieffrazione preesistente. A tal fine, SimonsVoss mette a disposizione la funzione di elettroserratura certificata Vds, composta da un’unità di attivazione e più unità di disattivazione, che hanno lo scopo di evitare l’accesso accidentale con l’impianto di allarme in funzione e, con esso, spiacevoli e costosi falsi allarmi.