Protezione garantita per il settore dell’istruzione  

Le scuole, le università e gli istituti di formazione sono frequentati ogni giorno da centinaia di alunni, studenti e docenti. Pertanto, è difficile verificare chi è realmente autorizzato ad accedere a tali luoghi. In questo caso, garantire la sicurezza è una grande sfida per la quale è necessario un sistema intelligente.

Spesso, un altro fattore importante è anche il valore storico dell’edificio. In genere, le conversioni o le integrazioni con le serrature tradizionali risultano particolarmente costose. Un impianto di chiusura digitale permette di semplificare molti aspetti.


La soluzione completa: il sistema 3060
 

Branche_Bildung_Hörsaal-4602x3449

Le esigenze:

  • le strutture come le università sono solitamente costituite da diversi edifici
  • l’assegnazione delle singole aule cambia in continuazione
  • accessi temporanei ad aree come postazioni informatiche o di laboratorio

Come si può notare, gli istituti di formazione sono sempre caratterizzati da un contesto molto dinamico in cui occorre tenere in considerazione molti aspetti e in cui, allo stesso tempo, possono avvenire rapidamente molti cambiamenti. Pertanto è utile poter reagire in modo tempestivo e flessibile.

Alla componente spaziale si aggiunge anche la componente temporale. In conseguenza delle diverse assegnazioni degli spazi, è necessario autorizzare persone diverse in orari diversi. Con un sistema di chiusura tradizionale è difficile gestire tali esigenze.

La soluzione:

il sistema 3060 soddisfa tutte le esigenze che gli istituti di formazione richiedono a un impianto di chiusura moderno:

  • controllo degli accessi e contemporaneamente documentazione automatizzata
  • elevato livello di igiene tramite la tecnologia contactless
  • garanzia di qualità tramite la registrazione automatica e i processi automatici
  • sicurezza attiva tramite la mappatura di aree sensibili (come ad esempio istituti di ricerca, edifici storici)
  • sicurezza passiva tramite deterrenti contro i furti e l’uso improprio
  • costi contenuti grazie alla sostenibilità, alla lunga durata, al basso consumo energetico, alla compatibilità verso l’alto e verso il basso, al collegamento a sistemi terzi, …
Branche_Bildung_Lernende

La sicurezza negli istituti di formazione

 

Niente più paura se si smarriscono le chiavi

 

  • Il facility manager crea un transponder sostitutivo
  • Il dipendente lo ritira
  • Il transponder smarrito viene bloccato automaticamente al primo utilizzo del transponder sostitutivo nel sistema di chiusura

Ingressi principali e secondari

 

  • Sistema programmabile da qualsiasi parte del mondo tramite la rete oppure online
  • Apertura automatica degli ingressi principali per ciascuna persona
  • Diritti di accesso individuali grazie al mezzo di identificazione autorizzato, anche al di fuori degli orari di apertura

Armadietti di sicurezza

 

  • Protezione di materiali pericolosi (ad esempio nei laboratori di chimica)
  • Serrature digitali ad asta rotante e per mobili per l’installazione in armadi con porta a battente, armadi per ufficio, cassetti 
  • Registrazione di tutte le operazioni di chiusura

Docenti, studenti, fornitori di servizi

 

  • Accesso temporaneo a determinate aree
  • Gruppi di persone con autorizzazioni diverse per docenti, studenti, fornitori di servizi e addetti alle pulizie
  • Un solo transponder al posto di molte chiavi

Collegamento in rete: online o virtuale
 

  • Collegamento in rete online:
    modifica dei diritti di accesso ed esecuzione delle funzioni in tempo reale da qualsiasi parte del mondo
  • Rete virtuale:
    programmazione e modifica dei diritti di accesso, tramite gateway, ai mezzi di identificazione in loco 

Sbarre e accessi
 

 

  • Assegnazione di autorizzazioni di accesso per parcheggi e accessi con un semplice clic del mouse
  • Apertura di sbarre: accesso per dipendenti, alunni/studenti e ospiti
  • Possibilità di combinazione con i sistemi di emissione ticket esistenti

Corridoio con funzione di protezione

 

  • Attivazione centralizzata delle funzioni di protezione (ad esempio, sblocco di emergenza, funzione Amok)
  • Sblocco delle porte in caso di allarme antincendio/chiamata d'emergenza
  • Disattivazione di tutte le chiusure

Protezione dai furti

 

  • Chiusura sempre sicura: laboratori e locali amministrativi
  • Mai più costi elevati e problemi di sicurezza in caso di smarrimento o furto di una chiave
  • I mezzi di identificazione smarriti possono essere bloccati in pochi secondi e riprogrammati

Porta con Door Monitoring

 

  • Monitoraggio porta online senza fili per aree sensibili
  • Registra, protocolla e segnala, tramite il controllo a sensori, tutti gli stati delle porte: aperte, chiuse, bloccate, aperte per troppo tempo
  • Avverte il personale di sicurezza in caso di eventi critici

Facility Management​​​​​​

 

  •  Configurazione e gestione centralizzata di tutti i componenti del sistema 3060 con il software Locking System Management
  • Anche per sedi ed edifici diversi
  • Supporto del Facility Management grazie all’ampia funzionalità di reporting e alle autorizzazioni temporizzate

Checklist

La nostra checklist vi mostra le possibilità di utilizzo della tecnologia di chiusura digitale nel settore dell’istruzione.

Quali aree devono essere protette?  
Quali persone devono accedere? 
In che modo può essere supportata la direzione?  
Quali requisiti deve soddisfare il software?  
Come devono identificarsi le persone?  
Che tipi di accessi esistono e che funzioni hanno?  

Scaricate il nostro White Paper gratuito sul controllo digitale degli accessi negli istituti di formazione.

Scoprite quali misure è necessario adottare per introdurre un efficace controllo digitale degli accessi, che cos’è il controllo digitale degli accessi e quali strumenti vi sono a disposizione per attuarlo.

Vi auguriamo un grande successo per il vostro progetto!

I campi contrassegnati con (*) sono campi obbligatori.

Opuscolo 

Scaricate il nostro opuscolo gratuito sull’utilizzo del Sistema 3060 negli istituti di formazione.

Bagarmossens Skola: 
un’idea che fa scuola.

La scuola Bagarmossens di Stoccolma è frequentata da 450 scolari e circa 73 insegnanti, suddivisi su 11 plessi scolastici. La scuola deve essere protetta da pericoli quali furti, vandalismo, effrazione e situazioni di emergenza, ad esempio incendi. Impresa tutt'altro che facile. Ad ogni anno scolastico, infatti, l’assegnazione delle aule cambia, così come variano gli orari d’uso per le singole aule e aree dei plessi. Per non parlare dell’avvicendamento degli utenti e dei puntuali smarrimenti di chiavi. 

Sicurezza: una materia importante
Nella scuola scandinava è stata montata una versione speciale, che prevede cilindri di chiusura digitali con gruppo elettronico incapsulato per porte con profilo Scandinavian Oval. 13 porte esterne sono apribili sia con transponder, sia senza. I diritti d’accesso per il personale docente e ausiliario sono gestiti dal dirigente scolastico comodamente con il software LSM. Questa possibilità risulta particolarmente utile data l’elevata presenza di supplenti che entrano ed escono ogni giorno o di addetti alle pulizie e tecnici che spesso svolgono la loro attività la sera tardi o durante il fine settimana. 
Prima la scuola rimaneva chiusa di sera. Oggi, i locali pubblici, quali le sale conferenze o lo studio musicale, possono essere utilizzati con maggiore flessibilità, garantendo sempre la massima sicurezza. La scuola, infatti, si chiude praticamente da sé.

Università di Leeds: 
una classe a parte.

L’università di Leeds, fondata nel 1904, è fra le più importanti del Regno Unito. Grazie al sistema 3060, è leader anche nella gestione accessi per sicurezza, flessibilità ed economicità.

Flessibilità tattica.
L’università di Leeds conta nove facoltà diverse, suddivise a loro volta in scuole, istituti e centri. Il campus, da oltre 40 ettari, è formato da 39 edifici. Sorvegliare e gestire 24 ore su 24 un'area così vasta, frequentata di giorno e di notte, è un’impresa titanica. Per non parlare dei circa 9.000 collaboratori, 37.000 studenti e del numero imprecisato di sale high tech e centri di comunicazione.
Tutto questo è possibile con il sistema 3060. Nonostante nel corso degli anni si siano aggiunti ulteriori edifici, ciò non ha mai rappresentato un problema grazie alla scalabilità del sistema. Nel frattempo, il sistema digitale di chiusura e controllo accessi è cresciuto, arrivando a circa 2.600 porte e più di 11.000 utenti. L’università è attrezzata da tempo anche per rispondere ai bisogni speciali: i portatori di handicap, ad esempio, ricevono un transponder con un chip di prossimità integrato, che grazie all’abbinamento a uno SmartReader, consente un uso senza contatto e, quindi, ancora più comodo.

Dipartimento di ingegneria informatica dell’università di Hannover: 
una decisione proiettata verso il futuro.

La nuova costruzione del dipartimento di ingegneria informatica dell’università di Hannover è stata progettata sin dall’inizio per guardare al futuro. Grazie al sistema 3060 di SimonsVoss, dispone di un sistema digitale di chiusura con controllo accessi.

Comfort connesso in rete.
Le 233 porte della nuova struttura possono essere aperte solo da collaboratori e studenti autorizzati, in modo da soddisfare i requisiti di sicurezza e accesso di laboratori e postazioni PC. Tutto l’impianto di chiusura è collegato in rete: poiché anche il cablaggio necessario è stato progettato fin dall’inizio, è stato possibile collegare i diversi componenti del sistema tramite una rete. Tutte le informazioni vengono trasmesse dal PC tramite un bus bifilare fino al nodo di rete, che si trova nei pressi della serratura digitale. Da qui i dati vengono inoltrati via radio, in wireless, al componente digitale.
Così si è dato vita a un sistema di controllo accessi comandato da PC che si può configurare e gestire centralmente, in modo comodo e veloce. Il collegamento in rete garantisce una vista d’insieme sempre aggiornata sull’intero impianto.