Scheda di accesso

Un principio davvero semplice: per accedere a determinati luoghi, è necessaria una carta di accesso. Questo è quello che accade con i comuni biglietti d'ingresso, ad esempio per concerti o musei, che sono destinato nella maggior parte dei casi ad uso singolo.

 

Utilizzo multiplo

Oltre alle schede di accesso che autorizzano l'uso singolo, vi sono anche schede che possono essere usate più volte. "Multiplo" può riferirsi a un certo numero di usi ("dieci biglietti") o a un certo periodo di tempo ("abbonamento", "abbonamento mensile", ecc.). Quest'ultimo è noto negli zoo e nei musei, ad esempio.

La scheda per uso multiplo è molto comune anche nel campo del trasporto pubblico locale, poiché non solo evita di dover comprare un nuovo biglietto prima di ogni viaggio, ma consente anche di risparmiare.

 

Validazione manuale o scansione digitale

Un formato ancora molto comune è la carta di accesso in forma cartacea, che viene convalidata manualmente - per esempio tramite strappo o timbro. Anche se ora vi sono alternative digitali, in particolare nei settori del trasporto pubblico e dei biglietti d'ingresso, la maggior parte delle carte d'accesso monouso è ancora cartacea.

Il formato digitale, invece, è molto comune, soprattutto quando le carte d'accesso sono usate più di una volta. Ben note sono le schede rilasciate per l’accesso alle camere d'albergo, ma sono diventate comuni anche le carte ad uso multiplo in altri settori.

 

Uso a lungo termine di una scheda di accesso

Non solo è possibile l'uso a breve termine delle schede di accesso (come nei casi descritti), ma questa tecnologia si rivela molto utile in sostituzione delle chiavi classiche. Invece di utilizzare una chiave, potete aprire i luoghi in cui volete entrare con la vostra scheda di accesso digitale. Sia nella sfera privata che in quella professionale: in ogni caso, potrete beneficiare di molti vantaggi

 

 

.

 

Controllo digitale degli accessi a un passaggio
Porta dell'ascensore chiusa in un atrio

Ecco quanto è vantaggiosa la scheda di accesso digitale

Con la scheda di accesso digitale, il pesante mazzo di chiavi appartiene al passato, perché si possono facilmente memorizzare diverse autorizzazioni d'accesso in un solo supporto. Questo significa che non avete bisogno di una scheda per ogni porta, ma potete programmare la scheda in modo che sia valida come scheda di accesso per diverse porte. Questa procedura può essere eseguita con pochi clic (revocare le autorizzazioni di accesso è altrettanto facile, naturalmente).

Un altro vantaggio è costituito dal fatto che le autorizzazioni della scheda di accesso possono anche essere limitate nel tempo. Ovvero: se un addetto alle pulizie deve avere accesso ai locali solo in determinati orari, questo tipo di tecnologia ne consente la programmazione.

Anche smarrire la scheda non rappresenta un grosso problema. Mentre la sostituzione di una chiave smarrita può essere costosa, una scheda di accesso smarrita può semplicemente essere bloccata nel sistema e non c'è alcun rischio di sicurezza.

 

Vantaggi ancora maggiori con la tecnologia attiva

Anche se la scheda di accesso e la sua tecnologia passiva offrono molti vantaggi, ancora più utile risulta l’impiego di un transponder, che rientra nella categoria della tecnologia attiva, poiché con esso l’apertura avviene in modo controllato premendo un pulsante. Inoltre, il transponder ha un alloggiamento robusto e protettivo (efficace contro gli atti di vandalismo e i tentativi di manomissione) e una durata della batteria molto lunga, fino a 10 anni in standby.

 

Siamo qui per voi

Desiderate proteggere in futuro i vostri locali con un sistema di chiusura digitale come il sistema 3060 di SimonsVoss? Saremo lieti di aiutarvi e di rispondere a tutte le vostre domande. Parlatene con noi!