Il comando sulle vie di fuga diventa digitale

Mai si vorrebbe immaginare il mancato funzionamento di una via di fuga in caso di emergenza e di evacuazione rapida di un edificio. Dal punto di vista tecnico, una via di fuga approvata e certificata dalle autorità edilizie è provvista delle misure atte a evitare tale situazione. Tuttavia, le funzioni e la gestione di queste porte possono essere ampliate oppure ottimizzate rispetto ai sistemi puramente meccanici mediante un nuovo tipo di comando digitale sulle via di fuga.

 

La sfida: il comando sulle via di fuga

Le vie di fuga sono una parte fondamentale dell'infrastruttura edilizia negli edifici amministrativi, nei cinema e nelle sale da concerto, negli ospedali, negli alberghi e nelle scuole. Il numero e la posizione delle vie di fuga sono chiaramente definiti. In caso di pericolo, la loro dotazione tecnica serve a evacuare le persone dall'edificio in modo rapido e assolutamente privo di barriere.

Le vie di fuga si aprono sempre in direzione della possibilità di salvataggio, e deve essere possibile per chiunque azionarle dall'interno in qualsiasi momento. Allo stesso tempo, naturalmente, non si devono creare punti deboli dall'esterno che permettano un facile accesso all'edificio. Questa presunta contraddizione di funzionalità è la sfida tecnica nella progettazione e nell'utilizzo delle vie di fuga.

 

Il comando meccanico sulle vie di fuga ha dei limiti

La nuova tecnologia di chiusura digitale e i sistemi di controllo accessi, come il sistema 3060 di SimonsVoss, offrono una serie di vantaggi significativi rispetto ai sistemi di comando meccanico sulle vie di fuga, per questo vengono utilizzati sempre più spesso. Ogni via di fuga e ogni punto di chiusura o sblocco possono essere registrati centralmente e, se necessario, controllati in modo intelligente. Nessuno deve attraversare l'edificio, il comando digitale sulle vie di fuga funziona, per così dire, senza contatto. Gli elementi stessi della porta e i relativi tool per PC all'interno del software digitale indicano immediatamente il rispettivo stato delle vie di fuga (aperte, chiuse, bloccate). Questo DoorMonitoring consente ai responsabili dell'edificio di reagire in pochi secondi in caso di pericolo e, ad esempio, di abilitare contemporaneamente il funzionamento di tutte le vie di fuga con un solo clic. Ciò non sarebbe possibile con i comandi meccanici, nel cui caso ogni via di fuga fissata meccanicamente dovrebbe essere azionata manualmente da una persona (in fuga).

 

Maggiore sicurezza e comfort grazie al comando digitale sulle vie di fuga

Zutrittskontrolle_digitales_Schliesssystem_3D

Il secondo grande vantaggio del comando digitale sulle vie di fuga è la documentazione. Per ogni via di fuga dell'edificio, si stabilisce meticolosamente se e quando le procedure di apertura sono state effettuate dall'interno o dall'esterno. I malfunzionamenti si manifestano in caso di pericolo solo se la porta di fuga non funziona correttamente. I mezzi di chiusura (transponder o scheda) completamente registrati nell'impianto di chiusura digitale consentono inoltre di determinare da chi è stato effettuato il tentativo di apertura registrato.

In alcuni casi e durante i lavori di manutenzione, l'apertura di singole vie di fuga può essere intenzionale o necessaria. A differenza del comando meccanico sulle vie di fuga, il comando digitale consente di creare comodamente delle fasce orarie per le persone autorizzate, nel corso delle quali devono essere eseguiti i lavori. Prima e dopo, il comando digitale sulla via di fuga registra se è stato ripristinato il corretto stato di chiusura. Nel caso di porte di fuga puramente meccaniche, queste devono essere controllate individualmente dai facility manager, ecc.

Semplice integrazione del comando digitale sulle vie di fuga

Se un edificio viene ampliato con una sezione provvista anche di vie di fuga, la loro integrazione nel sistema di comando digitale sulle vie di fuga non è un problema e l’onere amministrativo supplementare è pari a zero. Come ulteriore vantaggio rispetto ai comandi meccanici delle vie di fuga, i sistemi digitali offrono la possibilità di combinarli o integrarli in sistemi di allarme antieffrazione e antincendio esistenti con uno sforzo relativamente ridotto. Con gli appositi moduli software, queste funzioni possono essere integrate nella gestione centralizzata e quindi facilitare il controllo di tutti i processi rilevanti per la sicurezza degli edifici.