Controllo degli accessi tramite scheda

Chi almeno occasionalmente pernotta in un hotel avrà già sperimentato la procedura: sempre più frequentemente, il controllo dell'accesso alla camera non avviene più con una chiave, ma con una scheda. In alcuni hotel, questa scheda viene utilizzata non solo per l'accesso alla camera, ma anche, per esempio, all'area benessere e, al di fuori delle ore di ricevimento, per il controllo dell'accesso alla porta esterna dell'hotel.

 

Vantaggi del controllo degli accessi con scheda

L'uso della scheda come controllo degli accessi non è solo conveniente per l'utente, ma ha anche molti vantaggi per l'hotel che la emette. Invece di una chiave, il visitatore ha una comoda scheda in formato carta di credito - e se questa viene persa, l'hotel può semplicemente bloccarla in modo che chi la trova non possa superare il controllo dell’accesso. Questo è conveniente per entrambe le parti coinvolte: l'hotel deve solo bloccare la scheda e non deve cambiare la serratura, il visitatore non deve pagare una nuova serratura, ma al massimo il valore materiale abbastanza ridotto della scheda persa. Il blocco richiede solo pochi clic e il controllo degli accessi permette ancora il passaggio solo a coloro che sono opportunamente legittimati.

 

 

 

 

 

Tornello con una X rossa per "accesso negato".

Molte altre applicazioni

Il controllo degli accessi tramite scheda negli hotel è certamente la variante d'uso più comune, ma ci sono molti altri modi per risolvere il controllo degli accessi con una scheda. Di per sé, una soluzione digitale per il controllo degli accessi è concepibile ovunque vi siano serrature.

L’uso di un sistema digitale per il controllo degli accessi è conveniente soprattutto quando le serrature non poche, come nel caso delle proprie mura domestiche, ma parecchie.

Che si tratti di una società, di un'autorità pubblica o di un'organizzazione non è importante. L'uso del controllo degli accessi tramite scheda è anche universale in termini di settore, perché i vantaggi possono essere sfruttati ovunque.

 

Altri vantaggi del controllo degli accessi con scheda

L'esempio dell'hotel descritto all'inizio ha già mostrato i vantaggi della scheda: se viene smarrita, può essere facilmente bloccata nel sistema e può essere creata una scheda sostitutiva per il controllo degli accessi. Così, la sicurezza viene ripristinata, per così dire, “in un batter d'occhio”.

Un altro grande vantaggio di questo tipo di controllo degli accessi è che la scheda d'accesso può essere personalizzata. Significato: i permessi di accesso possono variare da una scheda all'altra, quindi ognuno può avere una scheda di controllo degli accessi configurata esattamente per l'accesso di cui ha bisogno. Chi lavora in ufficio può così accedere all'ingresso dell'azienda e al suo ufficio, chi è in produzione può arrivarci con la sua scheda, anche persone esterne come i fornitori possono ricevere autorizzazioni di accesso, ad esempio per effettuare consegne direttamente in magazzino.

Un altro vantaggio è che le autorizzazioni di accesso possono anche essere estese o ritirate con breve preavviso. Se, per esempio, a un dipendente vengono date ulteriori competenze, la scheda può essere estesa; se il dipendente viene trasferito a un altro dipartimento, le autorizzazioni di accesso possono essere modificate rapidamente.

 

Gabelstapler in einem Lager

Più che semplici chiusure

Chiunque utilizzi il controllo degli accessi digitale può usarlo per controllare più di un semplice accesso a edifici e locali. Un esempio di questo è un magazzino dove si usano carrelli elevatori. Qui la scheda può essere utilizzata anche per avviare il carrello elevatore, se l'autorizzazione corrispondente è memorizzata nel supporto di chiusura.

È anche possibile la combinazione con sistemi esistenti. Se, per esempio, è presente un sistema di registrazione degli orari tramite scheda, questo può essere integrato nel sistema di controllo degli accessi.

Un altro vantaggio è che le autorizzazioni di accesso possono essere controllate non solo nello spazio, ma anche nel tempo. Questo aiuta, per esempio, se il personale di pulizia esterno deve lavorare in un'azienda, ma con accesso ai locali solo in determinati orari.

 

 

 

Meglio di una scheda per il controllo degli accessi: la tecnologia attiva

La scheda rientra nella categoria “tecnologia passiva”. Ma esistono altri mezzi di chiusura digitali. Altamente raccomandato per il controllo degli accessi è il transponder, che appartiene alla categoria della tecnologia attiva. Con questo lo sblocco avviene premendo un pulsante. Ha un alloggiamento robusto ed è quindi ben protetto contro il vandalismo e i tentativi di manomissione, la sua batteria dura fino a 10 anni (standby).

 

Se siete interessati

Se questo testo ha suscitato la vostra curiosità e siete interessati al controllo degli accessi digitale, non esitate a contattarci. Saremo lieti di consigliarvi su tutti gli aspetti delle vostre esigenze di sicurezza personali!

 

Per favore, chiamatemi: